Pasta con le lenticchie
Home,  Primi,  Ultime ricette

Pasta con le lenticchie

Oggi, la ricetta di uno dei piatti che viene comunemente definito “confort food”. Una pietanza che riscalda il cuore e l’anima, che ci mette in pace con il mondo in quelle fredde giornate d’inverno, ma che fa piacere gustare tutto l’anno. Un piatto che è, al contempo, sostanzioso e saporito: la pasta con le lenticchie!

Non mi soffermo sulle, oramai, risapute proprietà nutrizionali e sui numerosi benefici che comporta consumare questo alimento. Un legume ricco di sali minerali, ferro, vitamine, fibre e proteine e, per questo, valido sostituto della carne per vegetariani e vegani. Possiamo, senza dubbio, dire che oltre al ricco sapore, ne traiamo beneficio per la nostra salute!
In Italia ,inoltre, godiamo della presenza di numerose varietà pregiate di lenticchie, che ci consentono il lusso di una variegata scelta e che si prestano a diversi tipi di preparazioni.

Per la nostra ricetta, le classiche lenticchie marroni, sono le ideali.
La mia versione di questo piatto apporta una variante agli ingredienti classici, che spero molto apprezzerete… iNon mi soffermo sulle, oramai, risapute proprietà nutrizionali e sui numerosi benefici che comporta consumare questo alimento. Un legume ricco di sali minerali, ferro, vitamine, fibre e proteine e, per questo, valido sostituto della carne per vegetariani e vegani. Possiamo, senza dubbio, dire che oltre al ricco sapore, ne traiamo beneficio per la nostra salute!
In Italia ,inoltre, godiamo della presenza di numerose varietà pregiate di lenticchie, che ci consentono il lusso di una variegata scelta e che si prestano a diversi tipi di preparazioni.
Per la nostra ricetta, le classiche lenticchie marroni, sono le ideali.
La mia versione di questo piatto apporta una variante agli ingredienti classici, che spero molto apprezzerete… Iniziamo!

Ingredienti per 4 persone:

Lenticchie, 200 gr.
1 cipolla media
70 gr. di sedano (gambo e qualche foglia)
120 gr. zucca rossa
2 pomodori pelati tagliati a pezzettoni
320 gr. ditali
1,5 L. acqua
1 peperoncino piccante ( a piacere)
3 cucchiai di olio extra vergine d’oliva
sale e pepe q.b.

Preparazione:

-La prima cosa da fare è pulire bene le lenticchie. Bisogna privarle di eventuali sassolini ed eliminare anche le lenticchie che sembrano rovinate, dopo andranno sciacquate in acqua fredda.
Per quanto riguarda la scelta dell’ammollo io, contrariamente a quanto faccio con ceci e fagioli, non uso lasciare le lenticchie una notte intera in acqua ma, al massimo, per un’ora. Ricordate, nel caso di ammollo, di usare parecchia acqua.

-Adesso, tagliere e coltello alla mano, cominciate a pulire e tagliare la zucca. Come avrete sicuramente notato, tra gli ingredienti elencati per la ricetta, non c’è la classica carota. Ebbene, il sostituto della carota sarà proprio la zucca, che darà dolcezza ed ulteriore sapore al piatto. Vi assicuro che, una volta provata, difficilmente tornerete ad usare la carota ( sempre se siete amanti della zucca!).

Chiaramente, per quanto riguarda il quantitativo, va molto a gusto personale, 120 grammi non copriranno il sapore delle lenticchie, che deve comunque prevalere, ma non vi nego che ho provato a metterne di più ed ho sempre apprezzato il risultato finale.
Cercate di fare una dadolata regolare, di piccole dimensioni, in modo che possa disfarsi entro la fine della cottura. La zucca rilascerà dolcezza e darà una marcia in più alla classica pasta e lenticchie. Ritrovarsi qualche pezzo di zucca nel piatto va benissimo, ma cercate di non averne in abbondanza. Non è un minestrone.

Tagliamo la zucca a piccoli tocchetti

-Continuate tagliando i due pomodori pelati a pezzettoni o comprate la polpa già a pezzettoni ed usatene due o tre cucchiai.
Anche in questo caso, per le quantità di pomodoro, dipende molto dai gusti. Personalmente, non esagero mai con il pomodoro, ma c’è chi predilige una versione più “rossa”. A noi interessa che il pomodoro dia sapore ma, soprattutto, che apporti una nota acida, per bilanciare la dolcezza della zucca. Per lo scopo desiderato risulta sufficiente, per mia esperienza, la quantità consigliata. Inoltre, altra cosa non trascurabile, l’utilizzo della zucca, contribuirà anche in termine di colore alla buona riuscita della ricetta.
Fatto questo, procedete con il taglio della cipolla, del gambo di sedano e delle sue foglie.

Tagliamo la cipolla. Prima fase di preparazione della pasta

-A questo punto munitevi di una pentola, meglio se di coccio, e versateci un litro e mezzo d’acqua. Nessun soffritto, esatto! Fidatevi, il sapore sarà magnifico ugualmente. Adoro il soffritto ed insaporirlo con lardo o pancetta, ma questa preparazione può essere saporitissima ed anche salutare!
Versate in acqua la zucca, il pomodoro, la cipolla ed il sedano. Aprite il fuoco a fiamma bassa e, dopo massimo un paio di minuti, aggiungete le lenticchie(giusto per stemperare lievemente l’acqua), girate con il cucchiaio di legno e coprite. Da questo momento, ci vorranno circa 45 min. per ultimare la cottura.

-Ogni tanto controllate e date una mescolata. Io aggiungo il peperoncino a metà cottura, ma potete aggiungerlo anche alla fine. Per quanto riguarda il sale, invece, non mettetelo mai all’inizio, poichè renderà dure le bucce delle lenticchie ed allungherà i tempi di cottura. Potete aggiungerlo tranquillamente, insieme ad un bel paio di cucchiai d’olio extravergine d’oliva, pochi minuti prima di aver versato la pasta.

Preparazione delle lenticchie

-Una volta portate a cottura le lenticchie, aggiungete il sale ed un cucchiaio l’olio.
A questo punto, avete una scelta da fare: potete calare la pasta o prendere due mestoli di lenticchie, passarli al frullatore ad immersione fini a formare una cremina, aggiungerli al resto e poi calare la pasta. Quest’ultimo procedimento è quello che vi consiglio vivamente di seguire. Avrete un risultato finale migliore, più denso e maggiormente concentrato nei sapori.
Assicuratevi sempre che ci sia il giusto quantitativo di liquido per cuocere la pasta. Inizialmente ne abbiamo versato un litro e mezzo per averne a sufficienza ma, in caso contrario, cercate sempre di integrare con acqua calda, soprattutto una volta calata la pasta, per evitare di bloccarne la cottura.

Pasta con le lenticchie

Ultimate la preparazione, avendo cura di togliere dal fuoco la pasta un paio di minuti prima che si raggiunga la cottura desiderata, per farla riposare uno o due minuti. Assaggiate per evitare che si scuocia e per regolare di sale, se serve, e di pepe. Aggiungete un cucchiaio di olio a crudo e servite!

Pasta con le lenticchie
 
Vi è piaciuta la nostra ricetta?

Se la ricetta vi è piaciuta, lasciateci un commento, vi risponderemo volentieri.

Vi assicuro che adorerete questa pasta con le lenticchie. Vi invitiamo pertanto a provarla e se deciderete di condividere la foto della pasta con le lenticchie su Instagram, targateci sul profilo @ileniasi, ci farà piacere.

Utilizzate #assaggiaegusta per far parte della nostra gallery.

Seguiteci anche su Facebook: assaggiaegusta  per non perdervi tutte le nostre ricette.

Vi aspettiamo anche su Pinterest: assaggiaegusta

Buon assaggia e gusta a tutti!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *